L’asino che raglia

Il 21 dicembre a Luisa Prodi, fondatrice di Controluce, è stato assegnato il premio “L’asino che raglia”, ideato e promosso da Luigi Falorni, arrivato ormai alla quindicesima edizione. Il premio prende le mosse da alcune caratteristiche dell’asino: la resistenza, la capacità d’orientamento e di reazione per superare le difficoltà di un percorso; adattamento alla fatica del lavoro e servizio umile.

“Il premio è stato assegnato a tutta l’associazione” – ha dichiarato Luisa Prodi – “perché il nostro è un lavoro di squadra; ogni volontario nell’associazione ha un suo ruolo e una sua specificità, ma il nostro punto di forza è saper condividere tutto per costruire qualcosa di più grande”

Grande quindi la soddisfazione per Controluce, che sente questo premio come una spinta a continuare la sua presenza della realtà dell’esecuzione penale, sia interna che esterna.

Condividi questo articolo

Controluce è un’associazione che esiste grazie al contributo volontario di molte persone. Se vuoi aiutarci condividi i nostri contenuti sulle piattaforme social e segui le nostre pagine.

Se credi nel nostro progetto e vuoi aiutarci economicamente, ti rimandiamo alla nostra pagina dedicata.